L'OBESITÀ

Combatti l'obesità per migliorare la qualità della tua vita e sentirti bene col tuo corpo!

Mario Dini

Classificazione eziopatogenetica dell'Obesità

L’obesità è caratterizzata da uno sviluppo eccessivo del tessuto adiposo che può essere causato sia da un aumento del numero degli adipociti (componente iperplastica, tipica dell’infanzia) che da un aumento nel contenuto di trigliceridi (componente ipertrofica, tipica dell’età adulta).

Nelle forme più gravi di obesità la componente iperplastica si può presentare anche nell’età adulta ed il numero delle cellule adipose tende a rimanere costante anche durante la fase di dimagrimento, costituendo un ostacolo alla perdita di peso. La lipolisi infatti attiva il neuropeptide Y (NPY) che agisce a livello centrale stimolando la sensazione di fame, impedendo così che il volume degli adipociti scenda al di sotto di un valore soglia.

Il tessuto adiposo tende ad auto conservarsi opponendo grandi resistenze ad ogni forma di depauperamento.

L’obesità può essere di due tipi: Essenziale o Secondaria.